Articoli

PorCastro al 73° congresso annuale EAAP

In occasione del 73° congresso annuale EAAP – European Federation of Animal Science, tenutosi a Porto (PT) dal 5 al 9 Settembre 2022 la Dott.ssa Gaia Pesenti Rossi del gruppo di ricerca del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Scienze Animali dell’Università degli Studi di Milano ha presentato i poster dei lavori “Immunocastration in heavy pig production: growth performance and carcass characteristics” e “Effect of immunocastration on body lesions in heavy pigs: preliminary results”.

Con questi lavori sono stati presentati i risultati circa l’uso dell’immunocastrazione nel contesto dell’allevamento del suino pesante e che rientrano nel Progetto di ricerca “Porcastro – Verifiche sperimentali su sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino per il miglioramento del benessere animale”. L’utilizzo di questa tecnica permetterebbe di mantenere buone performance produttive, pur presentando alcune criticità legate al benessere animale nelle fasi iniziali del trattamento.

leggi tutte le news del Progetto

Castrazione dei suinetti: la situazione europea e le possibili alternative

In questo artico, pubblicato su Professione Suinicoltore, Gennaio/Febbraio 2022, si fa il punto sulla castrazione dei suinetti in Europa, come viene messa in atto in alcuni Stati e quali sono
le alternative alla castrazione chirurgica senza terapia del dolore.

Leggi tutte le news del progetto

Presentazione online risultati del progetto

Il 23 settembre 2022 a partire dalle ore 16:30 verranno presentati i risultati del progetto.

La diretta è disponibile al link: https://video.unimi.it/live/lecturec/?Lodi

La registrazione della diretta sarà disponibile in questa pagina nei giorni successivi all’evento.

Leggi tutte le news del progetto

Low EmiSSion farming, strategie alimentari per ridurre le emissioni degli allevamenti suinicoli

Giornata dimostrativa il 6 ottobre a Montichiari (BS)

Ormai da diversi anni le normative spingono nella direzione del controllo dell’alimentazione in allevamento al fine di conseguire la riduzione delle escrezioni di azoto e delle emissioni in atmosfera.

Nell’ambito del progetto Low EmiSSion farming, realizzato con il contributo della Regione Lombardia è stato studiato l’effetto dell’integrazione della dieta con proteasi microbiche sulla riduzione dell’impatto ambientale degli allevamenti suinicoli ottenuto attraverso una migliore digeribilità e assorbimento dell’azoto ingerito.

L’incontro sarà l’occasione per illustrare i risultati della prova di alimentazione.

Programma

10:15 Registrazione dei partecipanti

10:30 Saluti di benvenuto e presentazione dell’Azienda Agricola Barozzi

Giulia ZARRO – Promocoop
Davide BAROZZI – Azienda Agricola Barozzi

10:45 Interventi

Formulazione ed impiego di diete ad alta efficienza azotata in suinicoltura

Sujen SANTINI – Comazoo

Risultati produttivi di diete ipoproteiche integrate da enzimi per il suino all’ingrasso

Maria Teresa PACCHIOLI – CRPA SCPA

Presentazione della APP per il calcolo del bilancio dell’azoto

Andrea BERTOLINI – FCSR

12:15 Discussione con i partecipanti

La chiusura dei lavori è prevista per le 12:30 con un aperitivo di commiato

Partecipazione libera, previa registrazione entro le ore 13:00 di mercoledì 5 ottobre 2022

leggi tutte le news del Progetto

PorCastro, sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino

Pubblicato un articolo su Veterinary Science

Migliorare il benessere dei suini allevati mediante la verifica in campo di tecniche alternative alle attuali pratiche di castrazione è l’obiettivo del progetto PorCastro – Verifiche sperimentali su sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino per il miglioramento del benessere animale, che coinvolge il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Scienze Animali dell’Università degli Studi di Milano, la Fondazione CRPA Studi Ricerche di Reggio Emilia, la Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale – Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e l’azienda agricola Allevamenti di Nerviano srl.

A conclusione delle prove sull’immunocastrazione, i risultati sono stati pubblicati sulla rivista “Veterinary Sciences”. L’articolo è disponibile a questo link https://www.mdpi.com/2306-7381/9/8/410

A questa pagina tutte le informazioni sul progetto.

Leggi tutte le news del progetto

Progetto PORCASTRO: Opuscolo n. 2

Nel secondo opuscolo si valutata l’immunocastrazione come possibile alternativa alla castrazione chirurgica e i suoi effetti sul benessere animale

leggi tutte le news del Progetto

PorCastro – Presentazione del progetto

Azienda-agricola-Valsecchi

Metodologia IBA per valutare il benessere animale

Newsletter n. 2 – giugno 2022

L’attuale modello di allevamento zootecnico è considerato dall’opinione pubblica poco rispettoso del benessere animale e fortemente responsabile dell’inquinamento di suolo, acqua e aria. L’82% dei cittadini europei afferma che il benessere degli animali da allevamento dovrebbe essere maggiormente tutelato rispetto a quanto non lo sia adesso (Eurobarometro maggio 2021).

Il progetto Ecosost Farm ha attuato, presso il capofila, l’azienda agricola Valsecchi Carlo a Comazzo (LO), un monitoraggio puntuale e continuativo dei principali indici di efficienza e qualità delle produzioni aziendali per migliorare la redditività in un’ottica di uno sviluppo più sostenibile. Oltre agli indicatori legati all’impatto ambientale e all’efficienza economica sono stati presi in considerazione gli indicatori di benessere animale…

leggi tutte le news del Progetto

Cereali autunno vernini ad uso foraggero e bioenergetico

ATTENZIONE, per motivi organizzativi, la Giornata dimostrativa del progetto Low EmiSSion farming, prevista per Martedì 24 maggio 2022, alle ore 10:30, presso Co.Pr.A. (Via Michelangelo, 2 – 25030 Barbariga – BS) è stata ANNULLATA!

Giornata dimostrativa il 24 maggio a Barbariga (BS)
Cereali autunno vernini ad uso foraggero e bioenergetico
Martedì 24 maggio 2022 – Ore 10,30 
Presso Co.Pr.A. – Via Michelangelo, 2 – 25030 Barbariga (BS)

Anche per il 2022 il progetto Low EmiSSion farming, realizzato con il contributo della Regione Lombardia (FEASR – Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020), segue prove per la valutazione di diverse varietà di cereali ad uso foraggero e da biomassa. Già nel 2021 la collaborazione con CARB, Co.Pr.A. ha permesso di realizzare una iniziativa simile su frumento e triticale. Per il 2022 l’esperienza viene ripetuta e nell’incontro saranno illustrati le caratteristiche produttive delle colture e presentate le prove in corso, oltre i risultati produttivi e di qualità delle biomasse raccolte nell’anno precedente. Tutte le attività e i risultati del progetto possono essere consultati sulla pagina web dedicata https://www.fondazionecrpa.it/prodotto/less/

Programma
10,30 Ritrovo presso Co.Pr.A.
Registrazione dei partecipanti
10,45 Presentazione dei risultati delle Prove 2021
Fondazione CRPA Studi Ricerche
11,00 Visita guidata al campo sperimentale
Co.Pr.A. e C.A.R.B.
La chiusura dei lavori è prevista per le 12,30.

Partecipazione libera, previa registrazione – entro le ore 13:00 del 23 maggio

leggi tutte le news del Progetto

Posizionamento ala gocciolante

Tecniche di irrigazione del mais a confronto

Newsletter 4 – Aprile 2022

È noto che la disponibilità idrica condiziona pesantemente la produzione del mais, con una diminuzione delle rese che può arrivare fino al 50-60% (fonte: Assomais). La carenza di acqua nel periodo che va dalla fioritura fino alla maturazione della granella induce una mancata fecondazione delle spighe e un ridotto riempimento delle cariossidi. Inoltre, le condizioni di stress idrico favoriscono attacchi fungini in grado di provocare forti innalzamenti del livello di micotossine presenti nel prodotto finale fino a pregiudicarne la possibilità di utilizzo.

Considerata la scarsità di risorse idriche estive che si sta accompagnando al cambiamento climatico, la sostenibilità delle attività agricole deve essere migliorata mediante tecniche irrigue che favoriscano il risparmio di acqua e ne incrementino l’efficienza d’uso. In questa ottica, presso l’azienda agricola Canobbio, partner del progetto “Low Emission Farming” sono state comparate due modalità di irrigazione su mais al fine di individuare se fosse possibile coniugare gli alti livelli produttivi con un risparmio di acqua per l’irrigazione, contestuale a una maggiore efficienza dei nutrienti forniti alla coltura. Sono state quindi messe a confronto due tecniche irrigue …

leggi tutte le news del Progetto

Copertina

Tecniche innovative di gestione dei reflui

La gestione sostenibile dei reflui, anche contestuale all’adozione di tecniche conservative del suolo, come le lavorazioni del terreno ridotte o nulle, può accompagnarsi all’efficienza produttiva e alla diminuzione degli input, permettendo, al tempo stesso, una mitigazione degli impatti ambientali e degli effetti del cambiamento climatico, con un buon rapporto costo/beneficio.
In vista della partenza delle semine primaverili riprendiamo i contenuti della seconda giornata dimostrativa del progetto Low EmiSSion farming, svolta nell’autunno 2021 e incentrata su tecniche di agricoltura conservativa meno impattanti per l’ambiente e in grado di salvaguardare la fertilità del suolo, in primo luogo attraverso la conservazione della sostanza organica.

Le tecniche proposte durante la giornata dimostrativa …

leggi tutte le news del Progetto

Nuova App per il calcolo del bilancio dell’azoto

In generale ogni azienda agricola costituisce un’unità di “scambio” di azoto con l’ambiente: essa importa azoto dall’esterno, in particolare sotto forma di mangimi, foraggi e fertilizzanti, e ne esporta, sotto forma di prodotti agricoli venduti. La differenza fra “ingresso e uscita” determina un surplus di azoto, tanto maggiore quanto più intensiva è la conduzione del sistema agro-zootecnico aziendale. L’analisi del ciclo dell’azoto in un’azienda agricola serve a valutare quali siano le voci ed i passaggi che incidono maggiormente sul bilancio dell’elemento e quali processi risultino meno efficienti. Da qui la possibilità di individuare pratiche o sistemi alternativi per migliorare la gestione dell’azoto contenuto in fertilizzanti, foraggi, mangimi, effluenti zootecnici.

Al fine di indirizzare le aziende suinicole verso una maggiore sostenibilità ambientale, è stata sviluppata questa applicazione che consente …

leggi tutte le news del Progetto

PorCastro – Immunocastrazione e benessere animale

Giornata dimostrativa mercoledì 6 ottobre di Low EmiSSion farming

Mercoledì 6 ottobre 2021 – Ore 10:30 – Presso Azienda Agricola Barozzi

Gli obiettivi specifici riferiti alla dimostrazione del progetto Low EmiSSion farming, realizzato con il contributo della Regione Lombardia (FEASR – Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020) sono fare conoscere le buone pratiche applicabili nell’azienda zootecnica per limitare le emissioni di ammoniaca e gas a effetto serra e i loro effetti sul clima.

Tra queste rientrano la corretta gestione dei reflui e la loro valorizzazione ai fini fertilizzanti, che deve essere effettuata con una minima volatilizzazione dell’azoto sotto forma di protossido e di ammoniaca. Quando ciò viene accompagnato da tecniche agronomiche che favoriscono in sequestro del carbonio nel suolo, come minima lavorazione o la semina su sodo, si ottiene una azione di mitigazione con una buon rapporto costo/beneficio.

Questi aspetti saranno illustrati nell’incontro, dove si potrà prendere visione di tecniche ed attrezzature per lo spandimento dei reflui e la semina senza o con minima lavorazione.

Programma

10:30 Ritrovo presso sito dimostrativoVia Campolungo – 46032 Castelbelforte (MN)
Registrazione dei partecipanti

10:45 Benvenuto dall’Azienda Barozzi

Presentazione del progetto
PROMOCOOP Lombardia

11:15 Dimostrazione in campo
A cura di Fondazione CRPA Studi Ricerche

  • Distribuzione di reflui su stoppia con macchina a dischiera, con iniezione a 2-5 cm di profondità del liquame .
  • Semina di un cereale autunno-vernino (da foraggio o granella) in parallelo con due tecniche: minima lavorazione e su sodo.

La chiusura dei lavori è prevista per le 12:30.

Partecipazione libera, previa registrazione (da effettuarsi entro le ore 13:00 di martedì 5 ottobre).

Nel rispetto del DL n. 105 del 23 luglio 2021, i partecipanti dovranno essere in possesso del Green Pass.

Vai al programma dell’evento e alla registrazione

leggi tutte le news del Progetto

ll Progetto “Low EmiSSion farming”, coordinato da PROMOCOP Lombardia coinvolge in qualità di Partner Fondazione CRPA Studi Ricerche, che si avvale della collaborazione delle aziende COMAZOO, Azienda Canobbio e Agricola Barozzi.

Cereali autunno vernini ad uso foraggero e bioenergetico

Giornata dimostrativa il 27 maggio di Low EmiSSion farming

Giovedì 27 maggio 2021 – Ore 10:30 Presso Co.Pr.A. Via Michelangelo, 2 – 25030 Barbariga (BS)

All’interno del progetto Low EmiSSion farming, realizzato con il contributo della Regione Lombardia (FEASR – Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020) sono in corso prove per la valutazione di diverse varietà di frumento e triticale ai fini foraggeri e da biomassa. L’obiettivo è dare agli operatori indicazioni pratiche per il migliore uso dei cereali autunno vernini, inseriti nella rotazione colturale come erbaio primaverile in precessione al mais da insilare. L’uso efficiente della doppia coltura contribuisce a migliorare il grado di auto produzione di alimenti zootecnici e colture energetiche, elementi chiave per migliorare la sostenibilità economica ed ambientale delle aziende zootecniche. Nell’incontro saranno illustrati le caratteristiche produttive delle colture, i benefici ambientali ed economici ottenibili, presentate le prove in corso, che si concluderanno con la raccolta delle colture.

Programma
10:30 Ritrovo presso Co.Pr.A.
Registrazione dei partecipanti
10:45 Presentazione del progetto e delle prove svolte
Fondazione CRPA Studi Ricerche

11:00 Visita guidata al campo sperimentale e raccolta
Co.Pr.A. e C.A.R.B.

La chiusura dei lavori è prevista per le 12:30.

Partecipazione libera, previa registrazione (da effettuarsi entro le ore 13:00 del 26 maggio). In caso di limitazioni imputabili all’emergenza sanitaria, la giornata dimostrativa sarà svolta a mezzo webinar.
Tutti gli iscritti saranno informati per tempo.

ll Progetto “Low EmiSSion farming”, coordinato da PROMOCOP Lombardia coinvolge in qualità di Partner Fondazione CRPA Studi Ricerche, che si avvale della collaborazione delle aziende COMAZOO, Azienda Canobbio e Agricola Barozzi.

Vai al programma dell’evento e alla registrazione

leggi tutte le news del Progetto

MODIFICA PROGRAMMA Giornata dimostrativa EcoSost Farm

3 maggio 2021 – ore 10 – Webinar

E’ stata riprogrammata in modalità webinar la giornata dimostrativa del progetto EcoSost Farm su “Le produzioni aziendali a supporto dei fabbisogni delle bovine“, del 3 maggio alle ore 10 prevista presso l’Azienda Carlo Valsecchi di Comazzo (LO).

La decisione di non tenerla in presenza è dovuta situazioni contingenti imputabili all’emergenza sanitaria in atto. 

A coloro che si erano iscritti alla giornata dimostrativa verrà inviato lunedì 3 maggio entro le ore 9 il link per accedere al webinar.


VECCHIO PROGRAMMA della visita guidata all’Azienda Carlo Valsecchi di Comazzo in provincia di Lodi, nell’ambito del progetto dimostrativo e di informazione EcoSost Farm finanziato dal Psr della Regione Lombardia.

Focus della giornata sarà la gestione dei cantieri di insilamento dell’azienda, situata all’interno del Parco Adda Sud.

Per saperne di più leggi la newsletter n. 1 di EcoSost Farm

leggi tutte le news del Progetto

Gli indici di efficienza alimentare, la chiave per lo sviluppo sostenibile delle stalle

Leggi la newsletter 1 di EcoSost Farm

Una stalla ‘sostenibile’ deve poter garantire una buona remunerazione all’allevatore, produrre latte di qualità rispettando il benessere degli animali allevati e l’ambiente.

Per raggiungere questi obiettivi particolare attenzione va data agli alimenti, valutandone l’efficienza attraverso particolari indici.

Su queste premesse si concentra l’attività di Informazione e Divulgazione di EcoSost Farm. 

leggi tutte le news del Progetto

EcoSost Farm – comunicato stampa

Con EcoSost Farm, nel Parco del fiume Adda la zootecnia diventa alleata degli allevatori e dell’ambiente

Al via un progetto dimostrativo per l’informazione e il trasferimento di best practice negli allevamenti da latte in aree di interesse naturale e paesaggistico, finanziato dal Psr 2014-2020 della Regione Lombardia

Piacenza, 2 dicembre 2020 – Promuovere uno sviluppo armonico delle aziende zootecniche da latte, anche di quelle situate in aree di interesse naturale e paesaggistico lungo i 313 km del fiume Adda in Lombardia, è lo scopo di EcoSost Farm.

Per raggiungere questo obiettivo, il progetto realizzerà, nel corso di due anni, una serie di attività di sensibilizzazione, informazione e dimostrazione di come l’adozione di best practice già disponibili e analisi di benchmarking – in un’ottica di miglioramento della sostenibilità economica ed ambientale – possa essere positivamente correlata al miglioramento della resilienza economica dell’azienda da latte, nonché alla riduzione degli impatti ambientali dell’allevamento.

Grazie ad EcoSost Farm, le aziende zootecniche che insistono nei territori del fiume Adda – primi fruitori di questa operazione oltre alle aziende agro-zootecniche lombarde e/o dell’areale Padano – hanno oggi una concreta opportunità, sulla base di esperienze e tecniche acquisite, di migliorare la remunerazione del capitale e di ridurre l’impronta carbonica del latte prodotto, l’impronta dell’acqua, migliorare il benessere delle bovine e di ricavarne benefici economici, imputabili all’aumento dell’efficienza aziendale, al riconoscimento della qualità delle produzioni e delle esternalità positive fornite come benefici indiretti al consumatore o alla collettività.

Il piano prevede un articolato programma di divulgazione ed informazione svolto presso l’azienda agricola Valsecchi Carlo di Comazzo (LO), situata all’interno del Parco Adda Sud. Qui verrà attuato un monitoraggio puntuale e continuativo dei principali fattori utili a caratterizzare: il benessere degli animali, la sostenibilità ambientale e l’efficienza economica con la valutazione di differenti indici, soprattutto quelli legati all’alimentazione delle bovine e alla qualità dei foraggi autoprodotti.

Oltre a dimostrare ed informare tutti gli stakeholder afferenti alla produzione primaria di latte come questi aspetti possano essere strategici per accrescere la produttività e la sostenibilità dell’azienda, verrà migliorata anche la consapevolezza del ruolo strategico che la zootecnia riveste, specie nelle aree con vincoli ambientali come quella del Parco Adda Sud, nella fornitura di servizi ecosistemici ed esternalità positive.

Il sito internet del progetto sarà lo strumento principale (hub) attraverso il quale saranno costantemente aggiornate le valutazioni sul benessere degli animali, gli indici tecnici di sostenibilità economica e di tipo nutrizionale. Le informazioni saranno elaborate e condivise durante giornata tecniche e visite guidate e con la pubblicazione di news, newsletter, servizi tv, oltre che su social, per avere indicazioni/feedback sulle attività del progetto.

leggi tutte le news del Progetto

Logo Firma PSR Lombardia

Qualità dei foraggi di primo taglio di prato stabile autoprodotti nella valle del Mincio

I campionamenti effettuati sui fieni  autoprodotti dal primo taglio dei prati stabili nell’areale della valle del Mincio hanno evidenziato una loro elevata qualità, nonostante la primavera piovosa.

Il dettaglio dei risultati è riportato nella Newsletter n. 2 del progetto dimostrativo e di informazione “Latte Sostenibile“, finanziato dalla Regione Lombardia e coordinato da Fondazione CRPA Studi Ricerche.