Articoli

PorCastro al 73° congresso annuale EAAP

In occasione del 73° congresso annuale EAAP – European Federation of Animal Science, tenutosi a Porto (PT) dal 5 al 9 Settembre 2022 la Dott.ssa Gaia Pesenti Rossi del gruppo di ricerca del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Scienze Animali dell’Università degli Studi di Milano ha presentato i poster dei lavori “Immunocastration in heavy pig production: growth performance and carcass characteristics” e “Effect of immunocastration on body lesions in heavy pigs: preliminary results”.

Con questi lavori sono stati presentati i risultati circa l’uso dell’immunocastrazione nel contesto dell’allevamento del suino pesante e che rientrano nel Progetto di ricerca “Porcastro – Verifiche sperimentali su sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino per il miglioramento del benessere animale”. L’utilizzo di questa tecnica permetterebbe di mantenere buone performance produttive, pur presentando alcune criticità legate al benessere animale nelle fasi iniziali del trattamento.

leggi tutte le news del Progetto

Presentazione online risultati del progetto

Il 23 settembre 2022 a partire dalle ore 16:30 verranno presentati i risultati del progetto.

La diretta è disponibile al link: https://video.unimi.it/live/lecturec/?Lodi

La registrazione della diretta sarà disponibile in questa pagina nei giorni successivi all’evento.

Leggi tutte le news del progetto

PorCastro, sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino

Pubblicato un articolo su Veterinary Science

Migliorare il benessere dei suini allevati mediante la verifica in campo di tecniche alternative alle attuali pratiche di castrazione è l’obiettivo del progetto PorCastro – Verifiche sperimentali su sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino per il miglioramento del benessere animale, che coinvolge il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Scienze Animali dell’Università degli Studi di Milano, la Fondazione CRPA Studi Ricerche di Reggio Emilia, la Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale – Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e l’azienda agricola Allevamenti di Nerviano srl.

A conclusione delle prove sull’immunocastrazione, i risultati sono stati pubblicati sulla rivista “Veterinary Sciences”. L’articolo è disponibile a questo link https://www.mdpi.com/2306-7381/9/8/410

A questa pagina tutte le informazioni sul progetto.

Leggi tutte le news del progetto

Il progetto PorCastro ha valutato anestesia e analgesia per il controllo del dolore nella castrazione dei suinetti

Migliorare il benessere dei suini allevati mediante la verifica in campo di tecniche alternative alle attuali pratiche di castrazione è l’obiettivo del progetto PorCastro finanziato dalla Regione Lombardia, che in una prima fase ha valutato gli effetti della castrazione immunologica o immunocastrazione come alternativa alla castrazione senza anestesia e analgesia negli allevamenti che producono suino pesante (vedi newsletter 1 del progetto)

Nella seconda fase del progetto è stata valutata l’applicabilità in allevamento di un dispositivo per anestesia gassosa, nonché l’efficacia e l’applicabilità di differenti protocolli analgesici per il controllo del dolore in suinetti sottoposti a castrazione chirurgica.

Per questa seconda fase sperimentale sono stati selezionati, all’età di 4 giorni, 128 suinetti provenienti da nidiate contemporanee.

Alcuni risultati preliminari e l’impatto di queste tecniche sui costi di produzione sono riportati nella newsletter 2 del progetto.

Leggi tutte le news del progetto Porcastro

Progetto PORCASTRO: Opuscolo n. 2

Nel secondo opuscolo si valutata l’immunocastrazione come possibile alternativa alla castrazione chirurgica e i suoi effetti sul benessere animale

leggi tutte le news del Progetto

PorCastro – Presentazione del progetto

PorCastro – Immunocastrazione e benessere animale

Sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia

Il progetto Porcastro ha valutato l’immunocastrazione

Il progetto Porcastro finanziato dalla Regione Lombardia ha valutato gli effetti della castrazione immunologica o immunocastrazione come alternativa alla castrazione senza anestesia e analgesia negli allevamenti che producono suino pesante.

Una prima prova ha visto l’utilizzo di un farmaco che provoca la soppressione della produzione di ormoni sessuali, che elimina la necessità della rimozione chirurgica dei testicoli. Ciò allo scopo di valutare gli effetti della vaccinazione sul comportamento dei suini, sullo sviluppo testicolare e sessuale e sui parametri produttivi dei suini da ingrasso macellati a circa 9 mesi di età.

Le prove hanno coinvolto un totale di 180 suini, equamente divisi in due gruppi:

1) gruppo immunocastrati, sottoposto protocollo vaccinale;

2) gruppo castrati, sottoposto a castrazione chirurgica entro 7 giorni di vita con protocollo analgesico standard.

leggi tutte le news del Progetto

Progetto PORCASTRO: comunicato stampa n. 1

Migliorare il benessere dei suini allevati mediante la verifica in campo di tecniche alternative alla castrazione chirurgica, oggi praticata senza anestesia e/o analgesia: è questo l’obiettivo del progetto triennale «Verifiche sperimentali su sistemi alternativi alla castrazione senza anestesia e analgesia nell’allevamento suino per il miglioramento del benessere animale (PorCastro)», coordinato e condotto dal Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Milano in collaborazione con la Fondazione CRPA Studi Ricerche di Reggio Emilia, la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e Allevamenti di Nerviano srl.

Il progetto PorCastro, finanziato da Regione Lombardia sul bando 2018 relativo ai progetti di ricerca in campo agricolo e forestale, avviato nel dicembre 2018, si concluderà dopo 36 mesi nel dicembre 2021.

Lo studio di metodiche alternative alla castrazione chirurgica senza controllo del dolore, oggi ampiamente praticata negli allevamenti lombardi e fortemente criticata sia dagli organi di informazione sia dalle organizzazioni per la protezione degli animali. Inoltre, la diffusione di sistemi di allevamento animal friendly può rappresentare una strategia per la difesa del reddito, in quanto risponde alle richieste di consumatori più esigenti in merito agli aspetti etici del prodotto.

Oggi per tutelare il benessere del suino al momento della castrazione chirurgica si possono utilizzare farmaci per il controllo del dolore oppure si può fare ricorso all’immunocastrazione. Ulteriori indagini sono necessarie per valutare la loro applicabilità nell’allevamento del suino pesante, caratterizzante la realtà produttiva lombarda.

Il progetto perseguirà il suo obiettivo attraverso le seguenti attività:

  • valutare gli effetti della vaccinazione contro l’ormone GnRH sul comportamento, sullo sviluppo testicolare e sessuale, e sui parametri produttivi di suini da ingrasso macellati a circa nove mesi di età;
  • valutare l’efficacia e l’applicabilità di differenti protocolli per il controllo del dolore in suinetti sottoposti a castrazione chirurgica utilizzando approcci farmacologici e non;
  • valutare l’applicabilità in allevamento dell’anestesia gassosa dei suinetti sottoposti a castrazione chirurgica;
  • analizzare e valutare gli aspetti economici attraverso il calcolo dei costi d’investimento e di gestione delle tecniche applicate.

Allevatori suinicoli lombardi e loro associazioni, tecnici di allevamento e veterinari liberi professionisti potranno accedere ai risultati della ricerca attraverso le attività di trasferimento dirette (convegno finale) e indirette (pubblicazioni scientifiche Open Access, articoli divulgativi, opuscoli informativi e video esplicativo con indicazioni pratiche). Saranno poi beneficiari indiretti i consumatori e chiunque desideri essere informato sulle qualità “etiche” dei prodotti tra le quali molto rilevante è il benessere animale. La popolazione e l’opinione pubblica saranno raggiunti attraverso la diffusione di comunicati stampa e newsletter tramite i principali organi di stampa regionali.

Al termine del progetto, tutti i risultati saranno disponibili gratuitamente per tutte le imprese attive nello specifico settore o per altri portatori d’interesse.

Per informazioni: porcastro@unimi.i

leggi tutte le news del Progetto