Un anno di attività di Ethical Cheese

Leggi il comunicato stampa

Ethical Cheese – Valorizzazione commerciale del Parmigiano Reggiano basata sulla diversificazione produttiva e certificazioni aggiuntive alla DOP: biologico e benessere animale

Reggio Emilia, 19 aprile 2021 – Organizzare una filiera produttiva del Parmigiano Reggiano con plus di qualità aggiuntivi alla DOP, capaci di cogliere le richieste del consumatore attento all’eticità e alla sostenibilità delle produzioni è lo scopo del Gruppo Operativo per l’Innovazione Ethical Cheese – Valorizzazione commerciale del Parmigiano Reggiano basata sulla diversificazione produttiva e certificazioni aggiuntive alla DOP: biologico e benessere animale.

Operativo da settembre 2019, il progetto punta alla valorizzazione commerciale di standard più elevati di benessere animale e ridotto uso di farmaci applicati al formaggio DOP, attraverso l’organizzazione di una filiera corta, molto specializzata e rivolta alla commercializzazione sul mercato domestico e all’estero, verso Paesi particolarmente sensibili a queste tematiche.

Per raggiungere i risultati prefissati, Ethical Cheese intende valutare gli aspetti tecnici e organizzativi di una filiera produttiva del Parmigiano Reggiano DOP, che fonda la sua specificità su elevati standard di benessere animale, considerandone le problematiche (anche economiche) lungo tutta la filiera.

Verrà inoltre verificato quali siano i mercati esteri più interessati a questi nuovi prodotti soprattutto attraverso l’analisi dei disciplinari con alti standard etici presenti a livello internazionale.

I risultati attesi da Ethical Cheese riguardano indicazioni su interventi migliorativi e costi di una produzione etica e sostenibile del Parmigiano Reggiano per i produttori di latte conferenti alla filiera produttiva del caseificio Montanari & Gruzza spa, capofila del progetto, finanziato dal Psr 2014-2020 dell’Emilia- Romagna.

Gli altri partner del progetto sono Fondazione CRPA Studi Ricerche; Bertoni srl; Agricola Valparma srl – Società Agricola; Società Agricola “Il Bosco” ss; Conforti scarl; Centro Ricerche Produzioni Animali – CRPA spa; Dinamica Soc. Cons. a rl.

Nel primo anno sono già state svolte le seguenti attività:

  • valutazione del benessere animale in 13 aziende pilota con individuazione dei principali punti critici;
  • interventi agronomici nelle aziende pilota per migliorare i prati vecchi e avere maggiori produzioni e qualità di fieni;
  • analisi dei principali codici pubblici e/o privati con alti standard di benessere animale;
  • definizione del protocollo Montanari & Gruzza basato sullo standard Red Tractor e predisposizione degli appositi strumenti di verifica.

I risultati dell’analisi sul benessere negli allevamenti nella situazione ante diversificazione, dei disciplinari commerciali con alti stardard di benessere animale e dell’indagine di mercato con potenziali clienti nazionali ed esteri interessati appartenenti a diversi canali, permetteranno a Montanari & Gruzza di capire quali mercati sarà possibile raggiungere e con quale strategia.

Questo, insieme alla conoscenza dei costi di produzione pre e post diversificazione e alla definizione del rapporto costi/benefici, permetterà a tutta la filiera coinvolta di quantificare i possibili vantaggi di questa operazione.

Dal punto di vista economico, si considera che gli interventi finalizzati al miglioramento del benessere animale permetteranno di ridurre le spese di farmaci e di veterinario negli allevamenti coinvolti in Ethical Cheese e che la creazione di una filiera con alti standard di benessere animale potrà favorire una migliore remunerazione del prodotto all’origine, data dalla possibilità di un posizionamento “premium” grazie ai plus intrinseci e contenuti di valore etico che Montanari & Gruzza potrà comunicare.

Per informazioni: https://www.fondazionecrpa.it/prodotto/goi-ethical-cheese/

Sito capofila: https://www.montanari-gruzza.it/

Contatto: a.gastaldo@crpa.it

leggi tutte le news del Progetto

Valutazione della riduzione dell’uso di antibiotici in 10 allevamenti

Dopo gli interventi raccomandati da Antibiotic-Free

Dopo l’attuazione dei Piani aziendali di riduzione dell’uso di antibiotici e di miglioramento delle condizioni di biosicurezza e di benessere animale proposti nell’ambito del progetto Antibiotic-Free, 10 allevamenti sono visitati per rilevarne gli effetti.

leggi tutte le news del Progetto

Le produzioni aziendali a supporto dei fabbisogni delle bovine

Visita guidata del progetto EcoSost Farm il 3 maggio a Comazzo (LO)

Si svolgerà lunedì 3 maggio alle ore 10 la visita guidata all’Azienda Carlo Valsecchi di Comazzo in provincia di Lodi, nell’ambito del progetto dimostrativo e di informazione EcoSost Farm finanziato dal Psr della Regione Lombardia.

Focus della giornata sarà la gestione dei cantieri di insilamento dell’azienda, situata all’interno del Parco Adda Sud.

Per saperne di più leggi la newsletter n. 1 di EcoSost Farm

leggi tutte le news del Progetto

Gli indici di efficienza alimentare, la chiave per lo sviluppo sostenibile delle stalle

Leggi la newsletter 1 di EcoSost Farm

Una stalla ‘sostenibile’ deve poter garantire una buona remunerazione all’allevatore, produrre latte di qualità rispettando il benessere degli animali allevati e l’ambiente.

Per raggiungere questi obiettivi particolare attenzione va data agli alimenti, valutandone l’efficienza attraverso particolari indici.

Su queste premesse si concentra l’attività di Informazione e Divulgazione di EcoSost Farm. 

leggi tutte le news del Progetto

EcoSost Farm – comunicato stampa

Con EcoSost Farm, nel Parco del fiume Adda la zootecnia diventa alleata degli allevatori e dell’ambiente

Al via un progetto dimostrativo per l’informazione e il trasferimento di best practice negli allevamenti da latte in aree di interesse naturale e paesaggistico, finanziato dal Psr 2014-2020 della Regione Lombardia

Piacenza, 2 dicembre 2020 – Promuovere uno sviluppo armonico delle aziende zootecniche da latte, anche di quelle situate in aree di interesse naturale e paesaggistico lungo i 313 km del fiume Adda in Lombardia, è lo scopo di EcoSost Farm.

Per raggiungere questo obiettivo, il progetto realizzerà, nel corso di due anni, una serie di attività di sensibilizzazione, informazione e dimostrazione di come l’adozione di best practice già disponibili e analisi di benchmarking – in un’ottica di miglioramento della sostenibilità economica ed ambientale – possa essere positivamente correlata al miglioramento della resilienza economica dell’azienda da latte, nonché alla riduzione degli impatti ambientali dell’allevamento.

Grazie ad EcoSost Farm, le aziende zootecniche che insistono nei territori del fiume Adda – primi fruitori di questa operazione oltre alle aziende agro-zootecniche lombarde e/o dell’areale Padano – hanno oggi una concreta opportunità, sulla base di esperienze e tecniche acquisite, di migliorare la remunerazione del capitale e di ridurre l’impronta carbonica del latte prodotto, l’impronta dell’acqua, migliorare il benessere delle bovine e di ricavarne benefici economici, imputabili all’aumento dell’efficienza aziendale, al riconoscimento della qualità delle produzioni e delle esternalità positive fornite come benefici indiretti al consumatore o alla collettività.

Il piano prevede un articolato programma di divulgazione ed informazione svolto presso l’azienda agricola Valsecchi Carlo di Comazzo (LO), situata all’interno del Parco Adda Sud. Qui verrà attuato un monitoraggio puntuale e continuativo dei principali fattori utili a caratterizzare: il benessere degli animali, la sostenibilità ambientale e l’efficienza economica con la valutazione di differenti indici, soprattutto quelli legati all’alimentazione delle bovine e alla qualità dei foraggi autoprodotti.

Oltre a dimostrare ed informare tutti gli stakeholder afferenti alla produzione primaria di latte come questi aspetti possano essere strategici per accrescere la produttività e la sostenibilità dell’azienda, verrà migliorata anche la consapevolezza del ruolo strategico che la zootecnia riveste, specie nelle aree con vincoli ambientali come quella del Parco Adda Sud, nella fornitura di servizi ecosistemici ed esternalità positive.

Il sito internet del progetto sarà lo strumento principale (hub) attraverso il quale saranno costantemente aggiornate le valutazioni sul benessere degli animali, gli indici tecnici di sostenibilità economica e di tipo nutrizionale. Le informazioni saranno elaborate e condivise durante giornata tecniche e visite guidate e con la pubblicazione di news, newsletter, servizi tv, oltre che su social, per avere indicazioni/feedback sulle attività del progetto.

leggi tutte le news del Progetto

Parmigiano Reggiano prodotto con latte A2A2

Grazie al Goi Parmaggrega

Nell’ambito del Goi Parmaggrega finanziato dal Psr Emilia-Romagna, è stato sviluppato e certificato un Parmigiano Reggiano prodotto con solo latte A2A2, ora disponibile per la vendita presso il Caseificio San Pier Damiani di Parma.

‘Latte Sostenibile’ rilascia un’App gratuita per il calcolo della Carbon Footprint

Cercala sullo store Android ed effettua il download

Nell’ambito del Progetto Integrato d’Area della Lombardia ‘Valorizzazione del territorio dei prati stabili della valle del Mincio’ è in corso di svolgimento l’Operazione 1.2.01 – Progetti dimostrativi e azioni di informazione – ‘Latte Sostenibile’, coordinato da Fondazione CRPA Studi Ricerche. L’Operazione ‘Latte sostenibile’ si pone l’obiettivo di diffondere le migliori tecniche disponibili per ridurre l’impronta carbonica (Carbon Footprint) delle aziende zootecniche che producono latte bovino nel territorio dei prati stabili della valle del Mincio.

Allo scopo, grazie alle indagini condotte nelle aziende di produzione primaria conferenti alla Latteria Agricola S. Pietro (capofila del Progetto Integrato d’Area) e ai 4 caseifici partner, è stata sviluppata una App per Android utile al calcolo dell’impronta del carbonio del latte prodotto in azienda.

L’App ha il vantaggio di essere facile da usare e gratuita.

Leggi di più nella newsletter 3 del progetto.

Cerca il logo di Latte Sostenibile sullo store Android ed effettua il download!

Cercala sullo store Android ed effettua il download

leggi tutte le news del Progetto

Logo Firma PSR Lombardia

Qualità dei foraggi di primo taglio di prato stabile autoprodotti nella valle del Mincio

I campionamenti effettuati sui fieni  autoprodotti dal primo taglio dei prati stabili nell’areale della valle del Mincio hanno evidenziato una loro elevata qualità, nonostante la primavera piovosa.

Il dettaglio dei risultati è riportato nella Newsletter n. 2 del progetto dimostrativo e di informazione “Latte Sostenibile“, finanziato dalla Regione Lombardia e coordinato da Fondazione CRPA Studi Ricerche.